La giornata di venerdì 17 giugno ha visto Casa dei Ragazzi IAMA Onlus impegnata nella Conferenza Stampa di comunicazione dell’esito positivo del bando Emblematici Maggiori di Fondazione Cariplo che ha garantito un importante contributo di Regione Lombardia al Progetto “Greenway dei due Parchi – Vivere il territorio“, a cui il nostro Ente partecipa insieme al Comune di Olgiate Molgora, in veste di capofila, e ai Comuni di Airuno, Brivio e Merate.

Nella mattinata, presso il Comune di Olgiate Molgora, l’ampia partecipazione degli enti pubblici e privati coinvolti ha testimoniato l’impatto di questa progettazione così articolata, che riconverte parte del territorio meratese, nel passato destinato alla rete ferroviaria, a spazi a favore di una mobilità più leggera di tipo ciclopedonale, nel solco delle Greenway diffuse in tutta Europa.

Presidente Avv. Elena Rolandi

La Presidente di Casa dei Ragazzi IAMA Onlus, Avv. Elena Rolandi ha sottolineato in modo efficace il ruolo del nostro Ente: “finalmente con questo progetto tutto il nostro lavoro quotidiano  riuscirà ad avere la meritata visibilità e a mettersi in rete virtuosa con gli Enti Locali che rappresentano le comunità in cui viviamo e con cui ci interfacciamo. La nostra è stata un’adesione carica di entusiasmo, non solo per i finanziamenti che ci permetteranno di sistemare in modo appropriato la Fattoria Casa dei Ragazzi e l’area dei Ronchi, già soggetto di un altro significativo finanziamento da parte di Fondazione Cariplo che ci vede lavorare al fianco della Cooperativa Paso per il recupero di alcuni terrazzamenti e la loro piantumazione a uliveto. Ma anche perché in questa rete potremo mettere ancor più a disposizione dell’intero territorio e della collettività i nostri luoghi, riqualificati, le nostre competenze e i servizi di cura e tutela delle persone fragili e della disabilità. Credo sia importante anche il segnale che diamo nei confronti di altri soggetti privati, che potranno in futuro partecipare con la loro presenza ad arricchire questo percorso che andiamo ad intraprendere”.

Questo è esattamente il “quid in più del progetto”, secondo l’Assessore Fratangeli del Comune di Olgiate Molgora: la partecipazione del nostro Ente ha saputo portare, con la propria lunga esperienza in ambito socio sanitario e nella cura verso i disabili e le persone più fragili, la prospettiva dell’inclusività. Lo ha sottolineato, felice di conoscerci, anche la Presidente della Provincia di Lecco, Alessandra Hoffman.

         

Infatti la frazione di Porchera, dove ormai da quasi cinquant’anni opera il nostro Ente, diventerà un Borgo inclusivo grazie al “progetto nel progetto” curato dal Politecnico di Milano, con il Prof. Davide Crippa, che permetterà ai turisti di passaggio o ai cittadini di vivere diversamente i luoghi.

Il Sindaco di Airuno, che ha da poco inaugurato un Parco giochi inclusivo nel proprio comune, più di tutti ha definito la nostra partecipazione come una finestra su un mondo di cui non sempre si parla, ma che è importante conoscere anche per poter decidere che tipo di futuro garantire alle persone più fragili o con disabilità.

Gli ha fatto eco il Professor Crippa, sostenendo che la diversità non è un problema se guardata con uno sguardo corretto e, anzi, è arricchente: basta saper e voler direzionare lo sguardo e porre attenzione a quello che abbiamo sotto gli occhi e che magari non vediamo. È un po’ il senso dei dispositivi luminosi che proprio grazie al lavoro del Politecnico ci accompagneranno lungo la Greenway e che renderanno evidente ciò che magari ad un passaggio disattento o consuetudinario non viene colto.

In conclusione, è stato importante per noi sentire come la coralità delle voci intervenute abbia evidenziato la prospettiva europea del progetto Greenway, determinata anche dalla sua forte caratteristica di inclusività perchè, come ha ben detto la Presidente di Anffas Onlus Lecco e componente del CdA di Casa dei Ragazzi Dott.ssa Marilanda Failla, ciò che è accessibile alle ruote è accessibile a tutti, e il progetto Greenway fa dell’accessibilità uno dei suoi principali obiettivi.

La giornata si è conclusa con un rinfresco gestito e offerto da Ristorazione Doc, a cui è affidato il servizio mensa dei nostri servizi, nella magnifica cornice della Fattoria Casa dei Ragazzi.